Quali sono gli alimenti che aiutano a bilanciare gli ormoni

Quali sono gli alimenti che aiutano a bilanciare gli ormoni

Ormai è un dato di fatto che l'alimentazione influenza il nostro organismo ma non tutti sanno come. Non stiamo parlando del quadratino di cioccolato fondente che migliora il nostro umore, ma di veri e propri cibi che si alleano per migliorarne la funzionalità. In questo articolo ci soffermeremo sui cibi...

Cos'è il cremor tartaro e come si usa

Cos'è il cremor tartaro e come si usa

Direttamente dalla dispensa della nonna ecco l' ingrediente essenziale per impasti lievitati dolci e salati: il cremor tartaro! Il cremor tartaro è ideale per chi è intollerante al lievito di birra perché in realtà non si tratta di un lievito. Solitamente viene abbinato al bicarbonato di sodio che ben si...

« »

Sai che cos’è la marmellata? E hai mai provato a mangiare la migliore possibile?

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.75 (2 Votes)

marmellata confettura frutta extraSi fa presto a dire marmellata. La marmellata è uno dei prodotti che consumiamo maggiormente, specie nel nostro paese, e parte da un’antichissima tradizione nata per poter conservare, in qualche modo, la frutta, visto che gli alberi fruttificano solo una volta all’anno, e per poche settimane. Quando qualcuno ha capito che portando la frutta ad ebollizione ed aggiungendo lo zucchero (in origine il miele perché lo zucchero non era conosciuto nelle nostre zone) questa si poteva conservare si iniziò a farlo, ed è così che è nata la moderna marmellata.

Ma questa è storia, perché nei tempi moderni le persone si sono abituate ad andare al supermercato, e non a raccogliere la frutta e farla bollire per ore con lo zucchero per farsi la marmellata da soli. Anche le industrie si sono accorte di questo, ed hanno iniziato a proporre sugli scaffali dei supermercati marmellata di qualità scadente, dove in realtà di frutta ne troviamo poca e troviamo, invece, tanto bello zucchero in sostituzione. 

 Ma visto che noi paghiamo per avere della marmellata, la marmellata quella vera, perché dobbiamo accontentarci di mangiare quella che ci viene proposta? Di solito lo facciamo (tutti, nessuno escluso) perché non conosciamo le regole imposte dallo stato ai produttori di marmellate, riguardo a quello che devono scrivere in etichetta. E se non conosciamo le regole non sappiamo come scegliere il prodotto migliore: insomma, se non sappiamo le regole della briscola è impossibile capire se una persona sa giocare o no.

La legge distingue la marmellata in varie categorie: intanto, la marmellata di mele, o la marmellata di lamponi, per legge, non esistono. Eh si, perché la legge impone di chiamare con il nome di marmellata solo i prodotti derivanti dagli agrumi, quindi arancia, pompelmo, cedro, limone e così via. Se abbiamo davanti una marmellata di arancia si chiama marmellata, un prodotto a base di lampone si chiama confettura di lamponi. Si, perché quella che noi chiamiamo comunemente marmellata per la legge si chiama confettura. Basta farci caso la prossima volta che si va al supermercato.

Ma c’è un’altra, importante, distinzione che fa la differenza tra la confettura migliore e quella peggiore: è la parola extra.

La differenza tra confettura e confettura extra è sottile, ma il nostro palato la sente, e la sente eccome, perché chi vuol produrre confettura extra deve fare attenzione ad una serie di particolari. Ma visto che le persone –dicono le industrie- non leggono le etichette e, soprattutto, vogliono spendere il meno possibile, perché non proporre un bel prodotto scadente?

Si, perché la confettura extra per prima cosa ha più frutta. Se facciamo la “marmellata” in casa di solito si mette, a pari peso, frutta e zucchero, 50 e 50. L’obbligo minimo per la confettura extra è il 45% di frutta, quindi quasi pari a quello utilizzato in ambito domestico, mentre per la confettura “normale” è del 35% (il rimanente 65% è zucchero) con il risultato che praticamente si mangia solo lo zucchero, e ben poca frutta. Non solo: la frutta, nella confettura extra, deve essere sbucciata e devono essere rimossi buccia e torsolo, quello si, ma non si può ridurre a purea, il che significa niente addensanti, acidificanti e additivi vari che comunque non potrebbero entrare nei singoli spicchi (pensiamo ad una mela) mentre nella confettura normale possono entrare, eccome. Infine, altra cosa importante, mentre nella confettura “normale” ci può essere anche altra frutta oltre a quella dichiarata, ovviamente in piccola quantità, nella extra non si può. Bisogna mettere solo quella, per cui niente correzioni di sapore, ma solo il frutto che abbiamo scelto e lo zucchero.

La differenza? Si sente, eccome se si sente. Curiosi?

Fortunatamente ci viene in aiuto Amazon, che da pochi giorni ha aperto un servizio di consegna di generi alimentari a lunga conservazione in cui si trovano anche piccole chicche (che aumenteranno, in futuro) che vale veramente la pena di assaggiare perché molto diverse dalle cose “normali” a cui siamo abituati.Qui vi proponiamo una serie di confetture “extra” fatte a partire di frutta di vario tipo, che potrete acquistare (basta avere un account Amazon normalissimo) e che saranno consegnate comodamente a casa vostra. Se superate i 20 euro di spesa o siete iscritti al servizio Prime, la spedizione è gratuita.

Confettura Extra di fragola: http://www.amazon.it/gp/product/B00XUSPJE6/ref=nosim?tag=wwwchefperung-21

Confettura Extra di pesca: http://www.amazon.it/gp/product/B00XUKCPX2/ref=nosim?tag=wwwchefperung-21

Confettura Extra di amarene: http://www.amazon.it/gp/product/B00XUSP9UK/ref=nosim?tag=wwwchefperung-21

Confettura Extra di pere: http://www.amazon.it/gp/product/B00XUQGIMA/ref=nosim?tag=wwwchefperung-21

Confettura Extra di frutti di bosco: http://www.amazon.it/gp/product/B00Y8CI10C/ref=nosim?tag=wwwchefperung-21

Confettura Extra di albicocche: http://www.amazon.it/gp/product/B00XUKC9HO/ref=nosim?tag=wwwchefperung-21

Tags: marmellata, confettura, frutta

Stampa

Offcanvas

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.